JA slide show

Tosti in Jazz

Equivoco "stravagante" William Di Mauro project

Come verrebbe interpretata oggi la musica del M° Francesco Paolo Tosti, tenendo anche conto dell’evoluzione musicale del XX secolo? Questa è la motivazione che ha spinto il gruppo “F. P.Tosti ensemble” a reinterpretare in chiave jazzistica le romanze dell’autore abruzzese, senza per questo voler snaturare le intenzioni originarie dell’autore. Piuttosto vuol essere un omaggio dovuto al grande compositore, e, di rimando, anche al “Vate” Gabriele D’Annunzio a cui Tosti spesso dedicava le sue romanze utilizzando i testi del poeta. La tipica formazione in duo (piano e voce) spesso adottata da Tosti nelle sue romanze,subisce una piccola modifica: la voce narrante viene sostituita in questo caso dal sax tenore e soprano.

Il progetto sarà presentato con l'uscita di un Cd con i brani reinterpretati dell’artista abruzzese, in modo da far conoscere anche nel resto del mondo il progetto. Il lavoro è naturalmente anche finalizzato ad eventuali esibizioni dal vivo in rassegne musicali, festival jazz o eventi di altro genere. Infatti il 16 e 17 ottobre di quest'anno il progetto sarà presentato in Romania,patrocinati dal consolato italiano all'estero dietro invito dell'università di Timisoara e Harad.

Il gruppo è formato da musicisti abruzzesi, tutti conosciuti e attivi da decenni nell’ambito jazzistico locale e nazionale. Proprio questo particolare tipo di cultura musicale ha indotto il pianista William Di Mauro a pensare di reinterpretare in chiave jazzistica uno dei maggiori compositori abruzzesi del XIX secolo. Le idee del pianista, che è anche l’arrangiatore del progetto, sono validamente supportate dagli altri musicisti del gruppo, tutti di grande esperienza e competenza, quali: Carmine Ianieri sax soprano e tenore, Marcello Di Leonardo alla batteria,Fabio Flacco percussioni,Emanuele Ciampichetti al contrabbasso.Il risultato finale è una musica originale, elegante e innovativa, in quanto reinterpreta in chiave inusuale delle composizioni tradizionalmente considerate in ambito classico.

How would  F.P. Tosti’s music be interpreted  nowadays, considering the musical evolution of the 20th century? This question was the starting point for the pianist William Di Mauro’s idea to perform the works of the author from Abruzzo  in a new way, in a jazz version, without  altering the composer’s original  plans. On the contrary, it is intended to be a homage  to the great composer and, in return, also to  the “poet” Gabriele D’Annunzio  to whom Paolo Tosti’s works were addressed  using his poems as texts. The typical dual formation ( piano and voice) often adopted by Tosti in his music  has been modified a little: the narrator’s voice has been replaced by the sax tenor and soprano.
The group is made up of musicians from Abruzzo, all of whom have many years of experience in the world of jazz at both a national and local level. It is because of their particular kind of music culture that the pianist William Di Mauro decided to undertake a jazz reinterpretation of the music of one of the leading 19th century composers from his region.


William Di Mauro: Piano

Studied jazz with Lello Tiberio a guitarist from Pescara with whom he later played together.

Got a diploma in solfeggio(reading musical notes) at the “Luisa D’Annunzio” music academy in Pescara.

Studied in Havana with Rolando Luna a Cuban pianist.

Has worked with a lot of jazz musicians including:...

Paolo Trivellone, Marcello Scarpetti, Luigi Blasioli, Luca Falsetti, Manuel Alfani, Piero Zappa costa, Oscar Gabriel Rosati, Billy Bros, Marcello Di Leonardo, Emanuele Ciampichetti, Bruno Marcozzi, Pierpaolo Tolloso, Nuccia Dragani, Pietro Bisignani, Tatiana Valle, Roberto di Marco, Marco Di Marzio, Nicola Di Camillo, Rino Camplone, Valeria Kosta, Roberto Desideri, Gianni Ferreri, Mario Bucci, Fabio Flacco.

Also collaborated as a pianist and keyboard player in different projects including:

- Oscar Gabriel Rosati: Satiro, Brasilatafro vol. 4, “Celebration”, Brasilatafro project vol. 6, “Gabriel o pensador”.

- Billy Bros jumpin' orchestra: Swing Italiano.

- Nicola Trivarelli: Real Illusion.

- Rino Camplone : Kavatik projet.

-On July 7th 2006 he played at the jazz festival in Bussi with Gianni Ferreri’s Big band and the saxophonist and master arranger Bob Mintzer.

At the moment he is working together with Guillermo Terrazza, a guitarist from Argentina.